88 TRAME nel cielo di Nicole Voltan

Riflessione personale  circa l’inaugurazione e la mostra “88 trame” 
di Nicole Voltan presso la galleria Whitecubealpigneto 
Ventitre Gennaio duemilatredici

88 Trame di Nicole Voltan

L’interessante inaugurazione per la nuova mostra “88 trame” di Nicole Voltan alla galleria Whitecubealpigneto mi spinge a scrivere.

Immersi in suoni evocanti osserviamo celestiali opere, costellazioni rimodellate da un’autrice sensibile che riesce con i suoi metaforici gruppi di stelle a catturare ed intrappolare la fugace attenzione di un pubblico oramai sempre in corsa.

Aghi affilati trafiggono e colpiscono i nostri fugaci pensieri, frammenti di un universo rielaborato in apparenti grezze materie che, illuminate in delicate distese, fermano il nostro andare e, senza nulla sottrarre all’ immenso sovrastante empireo, lo ridefiniscono secondo i nuovi canoni interpretativi dell’elevata artefice.

Nicole Voltan,  immersa in uno spazio fatto di sé, con un delicato sorriso,  risponde alle domande del suo attento pubblico senza mai sottrarsi e con grazia narra delle sue opere, dice dei suoi pensieri anche profondi e di come la sua personale cura sia custodita in ogni minuscolo particolare di ciascuna opera.  Noi, condotti da lei nei suoi più profondi pensieri, possiamo figurarci le sue mani creative intente a plasmare quell’ infinitamente grande idea rappresentata nell’umana arte sfuggente.

Un lungo tempo di ricerche ed indagini non solo emotive accompagnate da laboriosità materiale e concettuale per concretizzare una visione in 8 modelli del firmamento.

Lei, sola nel silenzio notturno, intenta a realizzare le sue lastre, ferite da stelle ineguali.

Il cosmo?  Forse solo porzioni di cielo, ma così ricche di una tale visione che quasi ci sembra di essere tanto vicini a quel lontano mondo che ci sovrasta, fatto di infinite luci apparentemente irregolari ma collegate da invisibili trame sottili.

Nella sala tutta bianca, ogni superficie ha il suo spazio di cielo, e davanti ad i nostri sguardi una grande tela ci coinvolge definitivamente, immortalando tutto il nostro pensare sino a catturare forse un’essenza rielaborata in intrecci di linee chiuse, labirinti sotto i quali sono nascosti ancora piccoli luminosissimi bagliori.

Così per noi il cielo di Nicole Voltan filtra anche da lì sino a raggiungerci, profondo.

E mentre una calda voce declama i versi del primo libro delle “Metamorfosi” di Ovidio che dall’alto quasi scendono verso di noi, per un attimo sollevati, ci percepiamo diversi …

… e poi, con lo sguardo ancora immerso tra quei sottili collegamenti di luce trafitta, ci allontaniamo in modesti spazi terreni ora rilucenti di nuove infinite trame.

– Andrea Alessio Cavarretta – 

La mostra “88 trame” di Nicole Volatan è visitabile

alla galleria Whiteclubpigneto sino al 28 Febbraio 2013

Lettrice-interprete delle Metamorfosi di Ovidio: Marika De Chiara
Ringrazio caldamente per l’invito l’addetta stampa: Teresa Buono
 
Per saperne di più sulla mostra Whiteclubilpigneto
Per conoscere meglio Nicole Voltan http://nicolevoltan.blogspot.it/

Ti potrebbe interessare anche
L’illustratore STEFANO PALMANoemi Euticchio concretezza emotiva

		
Annunci

Informazioni su andreaalessiocavarretta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: