Archivi tag: sitcom

Il Divano di Marta 4

…e i suoi inquietanti abitanti


Velocissima SITCOM surreale da sleggiucchiare

.

INTERPRETI

MARTA una simpatica attrice con la passione per la cucina sushi

PIA una giovane danzatrice di danza butoh che adora mangiare

GIANNI un rampante project manager con l’interesse per i calzini in filo di Scozia

ANDREA uno scrittore sempliciotto stile gatto mammone con l’ossessione per le rime

 
 

Quarta punta…tata ta!!!

Tutto si svolge sempre, solo e costantemente sopra lo stesso grande divano, in un monolocale fatto di angoli accessoriati 

ORE 8 e 4 minuti

Mentre suonano alla porta gli abitanti del divano stanno cercando di raggiungerla.

MARTA: forza remate con quelle braccia!

GIANNI: credevo che quella metafora dei calzini fosse proprio adeguata.

PIA: bella è bella è chi mi pare che non abbia…

MARTA: qualcuno butti giù i piedi…

ANDREA: è la rima finale… che manca.

MARTA: Andrè è vuoi butta’ giù un piede anziché pensa’ alle rime!

PIA: vedi è come nella danza, ogni passo al momento giusto.

MARTA: ecco brava e questo è il momento de butta’ giù un piede…

Suonano suonano suonano suonano ancora.

MARTA: spingeteeeeeeeeeeeeeeeeee…

PIA: e non urlare, sei pazza, mi sfondi un timpano..

ANDREA: no.

MARTA: la rima no, e butta giù sto piede o te strangolo, capito!

PIA: ho fame!

MARTA: gamberetto?

Suonano suonano suonanooooooooooooooo

GIANNI: è che mi sembra che i calzini in filo di scozia siano il miglior prodotto…

MARTA: mo te ceco un occhio se non spigni pure te!

ANDREA: è la rima…ima!!!

MARTA: te faccio inghiottì un gamberetto se non butti giù un piede e non spigniii!!!

ANDREA: il pesce fa rima sempre con m’esce…

GIANNI: se tutti comprassero calzini in filo di scozia usciremo dalla crisi…

ANDREA: si.

GIANNI: vedete! Anche il poeta ha capito.

ANDREA: to.

MARTA: non credo che abbia capito! Non vi distraete e spingete, spingete.

PIA: devo comprarmi assolutamente la pasta bianca per dipingermi il viso.

Fermo immagine

Pia con il viso tutto dipinto di bianco:

arigatòòò, arigattòòò, uhm…uhm, ahm uhm uhm ahm!

Passo butoh un, passo butoh duà, passo butoh truà

MARTA: so’ tutti pazzi su ‘sto divano!

S U O N A N O.


Ringrazio il simpatico divano Majestic del catalogo di Meka arredamenti per avermi concesso la sua immagine.

IL DIVANO DI MARTA di Andrea Alessio Cavarretta


Il divano di Marta 3

…e i suoi inquietanti abitanti


Velocissima SITCOM surreale da sleggiucchiare

.

INTERPRETI

MARTA una simpatica attrice con la passione per la cucina sushi

PIA una giovane danzatrice di danza butoh che adora mangiare

GIANNI un rampante project manager con l’interesse per i calzini in filo di Scozia

ANDREA uno scrittore sempliciotto stile gatto mammone con l’ossessione per le rime

 
 

Terza punta…tata ta!!!

Tutto si svolge sempre, solo e costantemente sopra lo stesso grande divano, in un monolocale fatto di angoli accessoriati 

ORE 8 e 2 minuto

Suonano ancora alla porta.

PIA: avete sentito?

MARTA: chi? cosa? dove? che?

ANDREA: un suono, sì solo un suono che nella stanza vaga, vaga in questa saga…

GIANNI: ora no, la rima no…

MARTA: a ragà, è la porta!

PIA: fantasticooooooooo!

MARTA: a Mariapi è solo la porta!

PIA: sarà…ora ci ballo sopra il suono della porta. Lallalala, padedè, e pliè, relevè, avant, avant e un, duà, truà,…

MARTA: ma non era danza butoh?

PIA: ah sì, padedè butoh, pliè butoh, e avant e avant butoh, e butoh un, butoh duà, butoh truà…

Arisuonano alla porta.

PIA: che avete risentito?

MARTA: chi? cosa? dove? che?

ANDREA: un suono come un suono, forse un tuono!

GIANNI: e lo sapevo che facevi la rima, dammi i miei calzini!!!

ANDREA: ni!

MARTA: è la porta, la porta! P O R T A, porta.

PIA: dai trasciniamoci verso! un butoh, duà butoh, truà butoh…

MARTA: sì, attaccateve al tavolino!!!

GIANNI: questi calzini rappresentano un plusvalore…

MARTA: ma che sta a di’?

GIANNI: un plusvalore in un sistema di stagnazione e di stagflazione.

MARTA: bo, se lo dici tu! Forza con quelle mani…

ANDREA: spingete e raggiungete quelle mete!!!

MARTA: spigni pure tu, forza….

ANDREA: za!

PIA: è che mi sono stancata di ballare e ora ho una fame!

MARTA: gamberetto?

GIOVANNI: la plusvalenza del calzino…

MARTA: ciurma forza, attaccateve a quello stipite, spingete e annamo col divano verso la portaaaaa

ANDREA: ta.

MARTA: ta ta t’ammazzooooooo!!!

PIA: chasse, chasse, butoh ovviamente

ANDREA: te.

MARTA: te, te strangolo, te strangolooooooooooo!!!!

Suonano ancora e di nuovo.

Ringrazio il simpatico divano Dendy del catalogo di Meka arredamenti per avermi concesso la sua immagine.

IL DIVANO DI MARTA di Andrea Alessio Cavarretta


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: