Archivi categoria: recensioni film

365 IL TEMPO DI UN VIAGGIO, per me …

 

Mas Rig Studio

Qualche giorno ho visto un film, insieme a mio marito, ed a un certo punto, mentre succedeva una delle tante cose belle che sono dentro questa raffinata pellicola, gli ho dato un piccolo bacio.

Proprio mentre Paolo Fresu suonava, e c’era il mare ed un uomo si muoveva leggero nell’acqua, quando il sole quasi attraversava la pellicola e veniva verso di me e di noi, io mi sono voltato per un attimo, mi sono girato verso mio marito e gli ho dato un piccolo bacio e poi gli ho stretto forte la mano.

Forse è accaduto perché in questo film, 365 sono anche i tanti piccoli baci regalati, sono i pensieri donati, le semplici cose ritrovate e che cercavo, 365 i racconti e le storie che avrei voluto ascoltare… in quel modo ed in quel momento.

Questo film mi ha detto tanto, mi ha detto della passione, mi ha parlato della musica, del silenzio, del loro perché, della natura che ha un’anima forte, più forte della nostra, ci sovrasta, la puoi ascoltare, la puoi vedere.

365 non è solo la storia di un artista, Paolo Fresu, ma parla anche di un uomo, del jazz, del sottile amore, parla dei sogni, dei rapporti umani, parla dell’impeto e della delicatezza, dell’amicizia e dell’arte, dell’incontro, del ritrovarsi, del cercarsi, lontano e vicino, delle radici, della famiglia, del viaggio, nel presente e nel passato, parla del futuro, e parla anche ad ognuno di coloro che vogliono afferrare uno dei suoi 365 messaggi…

Porgo così un piccolo bacio affettuoso a tutti quelli che hanno lavorato tanto per poterci donare questo raffinato film perché ho ricompreso da 365 che si fa così…

… perchè uno dei 365 ed anche più pensieri in note che Paolo Fresu racconta in 365, ha sfiorato anche me…

 

grazie!

 

–          Andrea Alessio Cavarretta –

Inserisco a corredo un immagine scattata da Massimo Righetti, e presa da facebook, non me ne vorrà…


THE GREY recensione

Su invito della KochMedia assisto soddisfatto all’antprima del film THE GREY

Oggi, 5 Dicembre, è in tutte le sale italiane, se volete palpitare fateci un salto e prima date un’occhiata alla mia recensione su  KIROLANDIA blog di cooperazione

The Grey

THE GREY di Joe Carnahan:

la lotta per sopravvivere

Se chiudo gli occhi ancora li sento ululare quei lupi e li vedo correre affannati ed affamati, in tutto quel candido silenzio.
Quando l’uomo intorno a se ha solo natura ribelle e violenta, il freddo morde il suo corpo, la neve cade inesorabile sino a coprirgli il viso, segnato dalla paura, macchiato dal sangue di ferite ancora aperte, l’unica cosa che può fare è tentare di sopravvivere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: