Archivi tag: noir

PelaPaure

Prodotti RIDLE

di Andrea Alessio Cavarretta

Convengono sempre

“Dura tutta la vita”

Il PelaPaure (inutili)

 Paura_Giovanni Palmieri -

Per liberarti e/o liberalo da tutte le ansie … prive di senso.

In lamina d’acciaio inox affilata con supporto a forcina espandibile basculante senza sistema di sicurezza.

Ed ora scuoia!!!

Posiziona il PelaPaure (inutili) all’estremità della testa e fallo scorrere lungo tutto il corpo: ogni paura una pellicola.

Se lo usi su di te fatti aiutare da persona fidata non per forza amica, se lo usi su altri confida subito che codesta persona sia disponibile a riutilizzarlo verso altri soggetti ancora, non troppo impressionabili, tipo effetto a catena.

Vai avanti sino allo scorticamento totale.

Non  preoccuparti del dolore provocato.

Differenzia con accuratezza eventuali residui umani.

Continua a leggere


StrizzaBugiardi

Prodotti RIDLE

di Andrea Alessio Cavarretta

Convengono sempre

“Se non puoi più ascoltare fandonie”

ecco lo StrizzaBugiardi

 Pungente_Giovanni_Palmieri -

Per situazioni logorate nel tempo.

Con lunga punta di acciaio inox dove posizionare il bugiardo, possibilmente in prossimità dell’ombelico.

Fai roteare con energia…

Per compiere il movimento circolare intorno all’aculeo fatti aiutare da altro individuo indolente, meglio se  fidato, tu dalle mani e l’altro dai piedi.

Ogni fiotto di sangue, ascolti una bugia .

Nota importante: girare contemporaneamente e sempre dallo stesso verso altrimenti impazzisce e non dice la verità.

Meglio tramortire l’individuo con droghe leggere e/o sonniferi affinché non opponga troppa resistenza (evitare valeriane e fiori di bach decisamente troppo leggeri ed eleganti).

Eliminare eventuali residui nell’organico.

Prodotti RIDLE

Direttamente a casa tua in confezione anonima delux

Ridle è meglio!

Segna bene
Per i più annoiati e/o compulsivi  da chat il prodotto StrizzaBugiardi è siglato con acronimo SB.
Per richiederlo basta utilizzare frasi del tipo:
Mi dai un sb. Vorrei un sb. Mi piacerebbe avere un sb.
(Non è rilevante l’uso della maiuscola e della minuscola)
Astenersi da ridurre altre parole, tipo: vr in luogo di vorrei, pcb in luogo di piacerebbe, per non generare confusioni irrimediabili.
I più creativi possono comunque aggiungere un fantastico <che> a piacimento anche a sproposito:
es: Che mi dai un sb. Mi che dai un sb. Mi dai un che (di) sb.

Per altri eccessi è in arrivo il PelaPaure 

L’immagine a corredo è PUNGENTE dell’illustratore Giovanni Palmieri

Ti potrebbe interessare
prodotti ridle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: