Archivi categoria: “s”maschera

“S”maschera

Mi metto una maschera e allora sono 
e così mentre appaio
nascondo parte di me.
(Andrea Alessio Cavarretta)

Questo il concept che ho creato per il grande progetto “S” maschera ideato e costruito da Massimo Righetti.

Ho collaborato a questo intenso progetto sempre per Kirolandia in sezione artistica insieme a Giovanni Palmieri in  questo caso in ardua veste visual paint.

Lo stesso progetto in forma performatica è stato presentato all’interno dell’evento KIROREVOLUTION organizzato dal blog di cooperazione culturale KIROLANDIA in sezione artistica FRIDA.ARTES e MASRIGIMAGE il 22 Aprile al Caffè Letterario. 

Leggi qui…

Annunci

“S”maschera comunicato

Un grazie infinito a Massimo Righetti per avermi concesso di dirigere e scrivere il concept  della  sua performance  fotografica “S”MASCHERA legata al progetto omonimo sviluppato in un lungo percorso artistico da lui iniziato e svolto in un secondo momento affiancato da Kirolandia in sezione artistica frida.artes (frida.pictures)

 La performance “S”maschera si è tenuta al Caffè Letterario il 22 Aprile 2012 durante l’evento ideato dal  sottoscritto e dal project manager Giovanni Palmieri

come testimonial d’eccezione PIETRO DE SILVA

e organizzato da KIROLANDIA in sezione artistica frida.artes e MAS RIG IMAGE

KIROREVOLUTION essere insieme arte e cultura

Comunicato stampa

“S”MASCHERA

Idea e progetto di MASSIMO RIGHETTI – MAS RIG IMAGE

Foto di MASSIMO RIGHETTI

 

Collaboratori alla realizzazione del progetto

ANDREA ALESSIO CAVARRETTA e GIOVANNI PALMIERI

KIROLANDIA in sezione artistica FRIDA.ARTES

e

BRUNELLA CHIAPPETTA

“S”MASCHERA è un progetto fotografico il cui intento è mostrare attraverso il concetto di maschera l’identità reale del soggetto fotografato. La mano sinistra cela metà del volto e nel contempo rappresenta l’essere reale, mentre la parte del viso che rimane scoperta altro non è che la maschera che ognuno indossa, il mostrarsi al mondo. Coprirsi è anche smascherarsi.

Il progetto ha avuto inizio nel 2010 con i primi scatti fotografici effettuati da Massimo Righetti, dopo una lunga pausa l’incontro con Andrea Alessio Cavarretta, Giovanni Palmieri di Kirolandia e Brunella Chiappetta nel 2011-12, ha fatto nascere l’esigenza nell’artista di dare maggior corpo all’idea e al progetto già esistente e in parte sviluppato sino a portarlo a totale compimento. Così è stato dato a “S”MASCHERA maggior corpo sino a far nascere un percorso che intende dimostrare come l’individuo di fronte alla possibilità di essere fotografico può dire altro rispetto alla sua identità.

Tutti i soggetti che hanno preso parte al progetto sono dei volontari, si sono incontrati in più riprese e come in un gioco di trasformazione si sono prestati allo scatto fotografico.

Ad un soggetto identificato chiave al livello sociale anche per quel ruolo in cui l’immagine e la rappresentazione del sé è di rilievo è stato dato il compito arduo di essere TESTIMONIAL del progetto sino ad incarnarne la sua essenza.

Mi metto una maschera e allora sono

e così mentre appaio

nascondo parte di me.

(Andrea Alessio Cavarretta)

Continua a leggere


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: